kapla costruzione : cosa sono?

Pubblicato da in News Tag:, , in 17 Gennaio 2015 Commenti chiusi

kapla costruzione

“Il bambino costruisce per costruire sé stesso”
Tom van der Bruggen  (inventore di Kapla)

Kapla stimola la logica, l’immaginazione, allena l’intelligenza e le mani. Inizia il bambino all’universo dell’arte, delle forme e dei volumi. Sviluppa la concentrazione e la percezione dell’equilibrio. E se alla fine del gioco tutto ciò che rimane a terra non è altro che un cumulo di tavolette, poco importa: ciò che conta non è creare qualcosa, ma l’atto stesso del creare.

Kapla è un gioco creativo, naturale e stimolante: è un insieme di tavolette unimodulari di legno naturale di pino marittimo coltivato, finemente squadrate, ideali per costruire di tutto senza fissaggio, da soli o in compagnia e ad ogni etá. I mattoncini Kapla non sono trattati e sono in accordo con tutte le norme di sicurezza europee.

Consentono una didattica ludica dalla valenza educativa, formativa, riabilitativa, sociale, culturale, scenografica e artistica. Kapla é una introduzione alla scultura e all’archittettura.

Si gioca sul pavimento, a terra. Se il fondo è ruvido o sassoso l’ideale è posare una moquette (o una stuoia, un tappeto). Possono partecipare tutti quanti, piccini e grandi, genitori, insegnanti, giovani e anziani. Non ci sono regolamenti, né orari, né obiettivi obbligatori.

Kapla è sterile, e può essere morso oltre che suonato sbatacchiandolo. I piccolissimi già fanno una stradina, poi magari la distruggeranno divertendosi. I bambini di tre anni già fanno una torre più alta di loro e saltano di gioia.

Intorno alle costruzioni c’è animazione e allegria. Kapla è un gioco che tende ad aggregare tutti, e i partecipanti assumono spontaneamente, subito o dopo un po’, una postura sana, in sintonia con Kapla che è un gioco di equilibrio. Le varianti tendono all’infinito, c’è chi vuole distendersi, chi invece aguzza l’ingegno e scopre soluzioni tecniche, ma tutte, tutte le realizzazioni finali avranno lo status di creazioni artistiche.

ASPETTI EDUCATIVI

L’utilità del Kapla è a livello motorio, sensoriale, simbolico e affettivo-imitativo. Kapla mobilita l’ideazione, la concentrazione, la progettazione, lo spirito di adattamento. Aumenta la fiducia in se stessi, che è poi il fine primario del gioco. Evidenti sono le implicazioni di geometria, fisica, matematica.

Kapla è plastico-spaziale e induce una postura sana e introduce alla scultura e all’architettura. Il cervello e le mani crescono insieme e i due emisferi crescono insieme, quello artistico e quello logico. L’unico limite del Kapla è la forza di gravità.

ASPETTI SOCIALI

Kapla è scuola, è ludoteca, è giardino. Tutti protagonisti! Quando si srotola la moquette la magia immancabilmente si compie, niente più barriere di età, lingua e cultura. La gente si ferma, costruisce, si diverte, si conosce. Kapla va oltre l’intrattenimento, non è mera disciplina, è gioco vivo, vero, vario e lieto, è emozione che non eccita ne prevarica.

ASPETTI CULTURALI

Quale passante pur frettoloso può esimersi dal guardare sorpreso. Le sculture – figure – strutture – architetture Kapla impreziosiscono qualsiasi ambito urbano e naturale. Sono degne di un museo ma inserite nella vita e come la vita in evoluzione continua.